cd 1


Primo convegno   tra cultura popolare e tradizione canora. Presentazione del CD “un Canto Antico quanto l'alba”

L'associazione Culturale Matteo Peru, nel luglio 2006 si rese promotrice del convegno / commemorazione "Matteo Peru: una vita per il canto". La serata si tenne il 1 luglio 2006 presso la sala convegni del MEOC (Museo Etnografico Olivia Cannas) ad Aggius. Durante la serata venne presentato il CD "Un canto Antico quanto l'alba". Questo lavoro è un omaggio alla memoria del Maestro Matteo Peru, cultore della voce, illustre interprete del canto tradizionale aggese e maestro del folklore.

L'Associazione Culturale Matteo Peru nacque col proposito di non perdere quanto di seminato negli anni dal maestro e anzi di proseguire praticando la pratica del canto e la riscoperta delle antiche tradizioni.
A due anni dalla scomparsa del maestro, l'Associazione si impegna, oltre alla dovuta commemorazione del maestro, a tutelare tutto ciò che, prima il padre poi Matteo, ci hanno donato con i loro insegnamenti.
Ad introdurre i lavori, tracciandone un profilo caratteriale del Maestro Peru, è stato il vicepresidente dell'associazione Salvatore Lepori.
Il presidente Giuseppe Peru ha rievocato tutta la vita, presentando il cd "un canto antico quanto l'alba"(vedi programma audio).
E' stato poi il Sindaco Francesco Muntoni a portare il saluto delle istituzioni e a testimoniare il suo personale ricordo che il maestro ha dato alla cultura del paese e di tutta la Sardegna.
Nell'intervento dell'etnomusicologo Marco Lutzu, ha difeso gli autori della tradizione, ovvero coloro i quali hanno ricevuto in dono dai padri la specialità dell'arte e si prodicano di trasmetterla e celebrarla ai contemporanei con la stessa passione.
Il prof. Angelo Capellaccio, docente di storia Medioevale all'Università di Sassari ha approfondito il suo discorso sul canto a Tasgia.
Infine il contributo del prof. Salvatore Pattatu, studioso ed esperto di Tradizioni Popalari, questi ha tracciato la carriera musicale del Maestro.
Al termine del convegno dopo i saluti, si è svolta la seconda parte del programma con l'esibizione dei cori: Matteo Peru, Orosei, Santu Lussurgiu e Nuoro, sul sagrato della chiesa del Rosario dei propri repertori di canti tradizionali e nelle cantine del centro storico degustazioni di pane, salcicce formaggi e vino locale da parte del comitato festa patronale 76/77.

 
 
 
 
 

 

pulsante MatteoPeru

pulsante SettimanaSanta

Go to top